Ripple continuerà a operare negli Stati Uniti nonostante

Ripple continuerà a operare negli Stati Uniti nonostante la causa

  • Ripple dice che continuerà a far funzionare tutti i suoi prodotti negli Stati Uniti.
  • L’azienda aggiunge che la maggior parte del volume di trading XRP avviene al di fuori dell’America in base a chiare regole normative.
  • Ripple afferma che la SEC danneggerà gli „innocenti“ detentori di XRP al dettaglio

Ripple ha dichiarato che la sua attuale controversia legale non influirà sulla sua capacità di operare negli Stati Uniti.
Ripple opererà negli Stati Uniti.

Il 29 dicembre Ripple ha pubblicato una dichiarazione in risposta alle accuse regolamentari della Security and Exchange Commission e alle varie sospensioni delle negoziazioni di Ethereum Code borsa che ne sono derivate. La società è stata incaricata di gestire un’offerta di titoli non registrati.

Nonostante le accuse, „Ripple continuerà ad operare e a supportare tutti i prodotti e i clienti negli Stati Uniti e a livello globale“, ha detto Ripple. La società ha chiarito che le sue operazioni non saranno influenzate da società e borse con sede negli Stati Uniti che sospendono il trading XRP.

Inoltre, dice che la maggior parte del volume di trading XRP si svolge al di fuori dell’America. „La maggior parte dei nostri clienti non si trova negli Stati Uniti, e il volume complessivo di XRP è in gran parte scambiato al di fuori degli Stati Uniti“, ha spiegato la società. „Ci sono regole chiare per l’utilizzo dell’XRP nel Regno Unito, in Giappone, in Svizzera e a Singapore, per esempio“.

La Ripple non si è soffermata sul fatto che l’assenza di scambi sulle rampe di scambio avrà un impatto sulla liquidità su richiesta, il suo prodotto per i pagamenti transfrontalieri.

Più chiarezza a venire

Ripple ha criticato la decisione della SEC di intentare una causa per aver causato danni ai possessori di XRP al dettaglio. Dice anche che la causa ha causato confusione tra i partecipanti al mercato.

„Abbiamo sempre detto che c’è una pericolosa mancanza di chiarezza normativa per il cripto negli Stati Uniti – la causa [della SEC] ha già colpito innumerevoli innocenti titolari di XRP al dettaglio senza alcuna connessione con Ripple. Ha anche inutilmente confuso le acque per le borse, i market maker e i commercianti“, dice Ripple.

La società di pagamenti ha dichiarato che si difenderà in tribunale contro „accuse non provate“. A partire dal 22 febbraio 2021, il procedimento legale presso la Corte del Distretto Sud di New York determinerà se le vendite e le distribuzioni dell’XRP di Ripple costituissero violazioni delle leggi sulla sicurezza.

Nel frattempo, società di crittografia come Coinbase, Bitstamp, OKCoin, Bittrex, BitWise, Crypto.com e Genesis Trading hanno scelto di fermare il trading dell’XRP, causando un massiccio calo del prezzo del bene.

Speriamo che il verdetto finale del caso fornisca all’industria della crittografia e agli investitori XRP la chiarezza di cui hanno bisogno.

Related Post